MOSCATO D'ASTI

Bric di Basté

DOLCE


La coltivazione di questa uva in questi luoghi risale al 1300. Un impulso significativo lo si ebbe ai tempi del Duca di Savoia Emanuele Filiberto nella seconda metà del 1500. Nel corso degli anni si incrementò la sua coltivazione per l'indiscusso successo che acquisì a livello planetario.

Questo sviluppo esponenziale è in continua evoluzione grazie al suo complesso quadro aromatico particolare. Il suo tessuto comprende più di 150 aromi diversi chiamati aromi primari, tra cui il principale è il geraniolo. La sua fragranza, delicatezza, morbidezza e gusto particolare lo rende unico nella sua categoria.

L'uva raccolta a mano arriva velocemente in cantina e viene lavorata delicatamente in presse a bassa pressione per non snaturare le caratteristiche intrinseche dell'uva. Viene separato il succo dalla buccia e dai graspi e questo in serbatoi d'acciaio a pressione inizia la sua naturale fermentazione. Tutto il processo avviene in presenza di una leggera pressione prodotta dalla naturale trasformazione in atto, mantenuta anche in bottiglia per una protezione del prodotto. Con il freddo si arresta la fermentazione quando ha raggiunto la bassa gradazione alcolica di 5,5 gradi alc. Il vino ottenuto viene filtrato ed è subito pronto per l'imbottigliamento. Questa procedura consente di imprigionare in bottiglia i profumi e gli aromi caratteristici del vitigno.

Al consumo il Moscato d'Asti Bric di Basté evidenzia dei profumi intensi che ricordano i fiori d'arancio, di tiglio, del glicine, la salvia e se chiudiamo gli occhi la sensazione è quella di essere in un campo con l'erba e i fiori appena tagliati. Il sapore é morbido perché dolce ma mai stucchevole con degli aromi energici che ricordano la pesca e l'albicocca, il limone e il miele. Il consumo è fuori pasto in ogni occasione per accogliere amici e parenti e a fine pasto con i dolci.

Lo scrittore Mario Soldati consigliava il consumo del Moscato con i salumi, mentre alcuni chef di fama internazionale lo consigliano anche con i formaggi non stagionati.

Il colore è un bel giallo paglierino.

Gradazione alcolica: 5,5 % Vol.

Il consumo ideale è a 6/8 ° C